SD1-minisport

Il SD-1 ‘e uno degli ULM piu leggeri presenti sul mercato. E’ costruito utilizzando fibra di carbonio nei punti nevralgici, fibra di vetro nei punti strutturali standard e compensato aeronautico per la struttura.
Molto veloce, sicuro, (offre tra l’altro la possibilità di alloggiare il paracadute d’emergenza), facile da manovrare e per il decollo non necessita piste lunghe . Inoltre ha un prezzo molto competitivo.
Ha ottenuto la certificazione tedesca per il monoposto (unico nella sua categoria)

CARATTERISTICHE

PREGI

Peso
performance di volo
manovrabilitá
economicitá
autocostruzione
lunghe distanze percorribili in un’unica tratta
montaggio / smontaggio eseguibile da una singola persona in 20'
carrellabile

difetti

Tempi di consegna lunghi per il velivolo montato
specifica procedura per ingresso in cabina*

*si e’ data preferenza alla forma areodinamica piuttosto che al comfort dell’abitacolo

modello standard

SPECIFICHE 
Apertura alare 6,0 m
Lunghezza 4,35 m
Altezza 1,23 m
Superfice alare 6,0 m2
Peso vuotosee engine
MTOM 240 kg
Peso massimo del pilota 105 kg
Capacità serbatoio 34 l
carico +4/-2 g
carico massimo +8/-4 g
PRESTAZIONI 
Vel. di stallo senza flap 78 km/h
Vel. di stallo con flap VSO 63 km/h
Vel. di manovra VA 156 km/h
Vel. Max con turbolenze 158 km/h
Vel. da non superare mai VNE 210 km/h
Efficenza aereodinamica 13:1

Fusoliera
La fusoliera e’ costituita da un traliccio di legno dove la sezione prevalente e’ di 15×15 mm completamente ricoperta con compensato di spessore variabile tra 0.8 e 3mm. Lo schienale del sedile e’ inclinato di 40°. Questo assicura un comfort anche ai piloti alti fino a 185 cm. Comunque, se necessario, e’ possibile modificare l’altezza della cabina per piloti piu’ alti. L’interno della cabina di pilotaggio, all’altezza delle spalle, e’ largo 54 cm. Il tunnel in compensato con i fissaggi delle ali e delle gambe del carrello si trova sotto le ginocchia del pilota. Lo spazio per il bagaglio e’ di 40lt e si trova dietro lo schienale removibile del sedile. Il tettuccio in composito con il cupolino in policarbonato dello spessore di 2 mm ha l’apertura laterale e si puo’ chiudere a chiave. La presa NACA per la ventilazione della cabina e’ su un lato del tettuccio.

Ala
L’ala, divisa in due semiali, usa un profilo alare GA 37U-A315 ed e’ composta da un longherone in carbonio su cui sono incollate le centine in polistirene estruso. E’ ricoperta con compensato da 1 mm. Le tips alari sono fatte in polistirene estruso con una copertura in composito o prestampate con la tecnologia vacuum bagged sandwich. Il peso di una semiala verniciata e’ di 12 kg. Il fissaggio delle semiali alla fusoliera avviene tramite due perni principali e altri due ausiliari. Lo smontaggio delle semiali richiede 5 minuti e il montaggio ne richiede 10. La connessione dei comandi dei flapperoni avviene tramite il semplice inserimento di un perno.

Coda
I piani di coda sono a T con il piano orizzontale completamente mobile e provvisto di aletta trim-tam ed e’ bilanciato staticamente. I piani di coda hanno la stessa tecnica di costruzione dell’ala con il longherone principale in composito su cui sono incollate le centine in polistirene con rivestimento si compensato. La molla del trim si trova sotto il sedile. Lo smontaggio del piano orizzontale avviene tramite la sconnessione dell’asta di comando, dell’asta del trim-tab e sfilando il perno di bloccaggio. La deriva ha il longherone e la cerniera del piano orizzontale in carbonio.

Carrello principale
Il carrello e’ una balestra in composito pultruso. Le ruote di dimensioni 12×4 pollici utilizzano freni a tamburo. Il ruotino di coda di 100 mm di diametro e’ controllato via cavi e fissato su una balestra in composito.

Controlli
Il piano di coda orizzontale e i flapperoni sono controllati tramite aste rigide. Il timone e’ controllato tramite cavi.

Motore
Il prototipo dell’SD-1 ha montato una avionizzazione del motore Trabant per auto con un’elica da 120×70 in presa diretta. Il motore Trabant e’ una buona scelta per l’SD-1 grazie dalla sua robustezza, alta affidabilita’, bassi consumi e costo. Oggi molti modelli montano anche Hirth F-33 AS, F-23 AS e B&S Vanguard 22 HP. E’ possibile usare qualunque motore tra o 22-50 cavalli di potenza con un massimo di 40 kg di peso. In questi parametri rientrano motori come Hirth 2702, Simonini Victor 1, 2SI 460 F, 1/2 VW etc.

Impianto di carburante
Il serbatoio di 28 lt di capacita’ si trova dietro al parafiamma ed e’ costruito in composito-PVC foam sandwich. La pompa Mikuni e’ connessa al castello motore mentre la pompa elettrica ausiliaria e’ fissata alla parafiamma.

Impianto elettrico
Il mezzo e’ alimentato da una batteria ricaricata da un alternatore integrato nell’accensione elettronica. E’ possibile l’installazione di una presa da 12 V sotto il pannello strumenti per alimentare GPS etc.

Strumenti
L’aeroplano e’ fornito dei basilari strumenti di volo quali anemometro, altimetro, bussola e variometro. Contagiri, conta ore, temperature delle teste e degli scarichi verranno installati in base al motore. Sul pannello strumenti può essere installata la radio aeronautica nel formato 57 mm. L’antenna e’ installata all’interno della cellula. Il trasponder puo’ essere montato nel pavimento dell’abitacolo.

Paracadute balistico
Il prototipo dell’SD-1 e’ stato equipaggiato con un paracadute balistico GRS 4/270. Il contenitore del sistema e’ fissato sulla paratia della fusoliera alle spalle del pilota. I cavi frontali sono collegati al castello motore. I cavi ausiliari sono collegati alla fusoliera dietro la cabina. Nei modello di serie saranno possibili altre installazioni. Se dovesse essere utilizzato un motore leggero e’ infatti possibile installare il paracadute sulla parafiamma. E’ anche possibile costruire l’aereo senza paracadute balistico.

Attenzione!
Non é possibile fare manovre acrobatiche con l’ultraleggero SD1. [vedi accindent-report]